Percorso della scoperta del territorio
Vai al calendario

LE RELAZIONI TRA COVID E AMBIENTE

La recente letteratura scientifica correla l’incidenza dei casi di infezione virale con le concentrazioni di particolato atmosferico. Il particolato atmosferico infatti funziona da  vettore di trasporto, per molti contaminanti chimici e biologici, inclusi i virus. I virus si “attaccano” al particolato atmosferico, costituito da particelle solide e/o liquide in grado di rimanere in atmosfera anche per ore, giorni o settimane, e che possono diffondere ed essere trasportate anche per lunghe distanze.

Prenderci cura dell’ambiente è fondamentale perché l’ambiente si può prendere cura di noi.

 

FARE TESORO DELL’AMBIENTE 

E’ importante fare tesoro dell’esperienza appena vissuta, che ci ha fatto riscoprire la tranquillità, il silenzio, i suoni della natura, e insistere negli atteggiamenti di tutela verso l’ambiente del singolo individuo e della comunità. Ottimizziamo gli spostamenti di lavoro e le commissioni casalinghe, privilegiamo la bici e la camminata all’uso delle auto: l’attività fisica promuove il benessere, la salute fisica e mentale, previene le malattie, migliora le relazioni sociali e la qualità della vita, produce benefici economici e contribuisce alla sostenibilità ambientale.

 

GLI EFFETTI DEL LOCKDOWN

Ma se alcuni inquinanti atmosferici sono diminuiti, altri sono incrementati. È il bilancio tratteggiato da tre diversi studi che hanno esaminato la qualità dell’aria che respiriamo: di fatto lo stop di trasporti e attività economiche ha avuto conseguenze limitate e di breve durata sull’inquinamento atmosferico, nulla di cui potremo beneficiare in futuro.

La pandemia che ha investito tutto il Mondo, con il contagio da CoViD-19 di milioni di persone, ha determinato provvedimenti di blocco della mobilità e delle attività produttive in molti paesi.

Con il periodo di “lock down”, della Fase 1, si è ridotto in maniera significativa uno dei principali inquinanti dell’atmosfera, il biossido di azoto (NO2). Nella Pianura Padana si stima una diminuzione dell’ordine del 50%.

 

ITINERARIO IN BICI E A PIEDI

Itinerario per approfittare della fine del #Lockdown ma restando in sicurezza e nel rispetto delle regole di DISTAZIAMENTO SOCIALE.

Oggi vi proponiamo un percorso che circonda la città di Vercelli :il MareAQuadretti, un piacevole itinearario ad anello di 40Km che esplora a fondo la zona delle risaie del Vercellese.

Per visualizzare l’itinerario completo e scaricare la traccia del percorso vai su https://www.openrunner.com/r/9966056

Percorso

Dalla stazione ferroviaria di Piazza Roma di Vercelli percorrere la pista ciclabile di Viale Garibaldi e, successivamente, proseguire su quella di Corso Prestinari sino al passaggio a livello.
Da qui, attraverso strade e percorsi sterrati si giunge nel borgo di Larizzate, Piemonte, Italy; degna di nota la Chiesa di Maria SS Assunta da cui proviene un documento, datato 27 agosto 1493, in cui per la prima volta si segnala la coltivazione del riso nel territorio Vercellese. Nei dintorni della città è situato un castello del XII sec. di cui, ad oggi, rimangono una porzione di muro e 2 torri.
Lasciando Larizzate e proseguendo verso Asigliano Vercellese si attraversa una zona tipica, Il Fontanone (cavo d’acqua sorgente), e la campagna vercellese costellata di campi e vecchie cascine. Si raggiunge così l’abitato di Asigliano, famoso per la secolare tradizione della Corsa dei Buoi che trova le sue origini nel 1436, quando gli abitanti del paese colpito dalla peste chiesero la grazia a San Vittore, il patrono della città, promettendo di far correre gli animali più lenti, i buoi, in segno di gratitudine. La peste cessò e da quel momento, la seconda domenica di maggio, il popolo asiglianese scioglie il voto al santo con la corsa dei buoi.
Lasciato il paese è possibile fare una piccola deviazione verso il Lago Ripalta, uno scenario inconsueto in queste zone, che si estende per circa 110.000m² con una profondità di 10m, popolato da una variegata fauna ittica; il lago è di proprietà privata.
Di ritorno dal Lago Ripalta, si continua sulla principale direttrice in direzione Prarolo; superato il centro abitato, si prosegue in direzione Pizzarrosto per pochi km per poi svoltare verso il fiume Sesia.
L’ultimo tratto di percorso, prima di tornare in città, costeggia il fiume che lambisce il capoluogo di provincia regalando emozionanti scorci.

E a proposito di bicicletta, conosci il
BONUS BICICLETTA?

E’ giunto il momento di continuare o di INIZIARE a pedalare!

Da poco è stato approvato il Bonus Bici, in cosa consiste?
Il bonus bici consentirà ai cittadini di acquistare una bici, classica o a pedalata assistita, o un monopattino ottenendo un contributo fino a 500€ e al 60% del costo.
È un sostegno a una filiera virtuosa della nostra industria: l’Italia è secondo produttore di bici al mondo, ma è anche un sostegno alla  mobilità Green che sarà la più grande alleata delle nostre città nella ripresa post covid per quanto riguarda la mobilità.
In collaborazione con Benvivere e il Ministero dell’Ambiente.

Caricamento di Eventi in corso...
In calendario

Eventi - Luglio 2020 › Scoperta del territorio

Eventi Ricerca e viste Navigazione

Evento Viste Navigazione

Calendario di Eventi

Calendario di Eventi
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
29
30
1
2
3

Passeggiate nel Mistero Itinerario 1

4

Passeggiate nel Mistero Ghost Tour

5

A Piccoli Passi: Il Parco Nazionale del Gran Paradiso

6
7
8
9
10
11

Passeggiate nel Mistero Ghost Tour

12

A Piccoli Passi: Parco Alpe Devero

13
14
15
16
17

Passeggiate nel Mistero Itinerario 1

18

Passeggiate nel Mistero Ghost Tour

19
20
21
22
23
24
25

Passeggiate nel Mistero Ghost Tour

26

A Piccoli Passi: Parco Alta Valsesia – la Val d’Otro

27
28
29
30
31
1
2
+ Esporta eventi